Le case di Villa Babeli

DETTAGLI DEL PROGETTO

Localizzazione: Camposampiero, Padova, Italia

Cliente: Privato

Progetto: 2010

Lotto: 14577 m2

Volume: 14000 m3

Tipologia: Quartiere residenziale, parco, direzionale

Stato: Incarico in corso

L’area di progetto si trova in prossimità del centro di Camposampiero, ed è accessibile da tre strade, via Ca’ Boldù, via Gandhi e viale Venezia.

L’idea progettuale è quella di realizzare un nuovo quartiere residenziale ristrutturando la villa esistente e costruendo delle volumetrie residenziali unifamiliari e plurifamiliari di altezza massima tre piani fuori terra.

Il lotto di intervento ha una superfice fondiaria di mq 14.577 e verrà suddiviso in tre ambiti con differenti tipologie di intervento e precisamente:

_ L’ambito A con superficie pari a mq 7.570 corrisponde alla parte caratterizzata dalla presenza di piante storiche, tutte censite e rilevate, che verranno preservate e messe in sicurezza durante tutto il periodo del cantiere. All’interno di tale ambito si trova la barchessa originaria della villa con i resti del palazzo che verranno restaurati. All’interno della villa possono essere ricavate tre unità, una per piano, nella barchessa verranno ricavate due redidenze, mentre all’interno del parco verranno costruite altre 3 ville unifamiliari di grandi dimensioni ed una bifamiliare la cui posizione e composizione sarà direttamente condizionata dall’aspetto vegetativo presente all’interno dell’area e che rappresenta il tema fondamentale dell’intervento. L’accesso sarà consentito da via Ca’ Boldù, via Ghandi e viale Venezia, ogni residenza sarà accessibile mediante uno dei tre ingressi, l’accesso interno delle auto verrà però limitato al solo raggiungimento della residenza, all’interno del parco non ci sarà circolazione di automobili.

All’interno di tale ambito la manutenzione del parco sarà organizzata mediante un regolamento condominiale, al fine di garantire che l’immagine unitaria d’insieme e la salute delle piante esistenti non sia mai compromessa dall’incuria di qualcuno dei residenti.

_ L’ambito B con una superficie pari a mq 1.050 identifica una trifamiliare, dove ciascuna delle unità residenziali avrà accesso indipendente esterno al parco.

_ L’ambito C con una superficie pari a mq 2.340 individua un volume direzionale di 5.780 mc, con eventuali attici al terzo piano ed ingresso indipendente esterno al parco.

Tali edifici saranno progettati e costruiti con tutte le attenzioni della bioedilizia e con l’utilizzo in opera di materiali appropriati che consentano di raggiungere le migliori condizioni di benessere atti a garantire un corretto ed economico modo di vivere riducendo al minimo l’apporto degli impianti alimentati con fonti energetiche non rinnovabili.

Al Comune verrà ceduta un’area a verde a ridosso del canale in modo da poter così realizzare un parco lineare con percorso attrezzato che possa godere della vegetazione esistente e della bellezza e singolarità del luogo, tale ambito verrà isolato dal giardino privato delle abitazioni mediante delle aiuole organizzate su argini opportunamente progettati verso il lato interno e dalla vegetazione stessa. A protezione dell’ambito del parco di proprietà esclusiva delle ville verrà inoltre realizzata una recinzione lungo tutto il perimetro, l’ingresso all’area dal parco esterno sarà consentito solo ai residenti tramite due accessi pedonali ad Ovest e a Nord.

Tutte le ville saranno dotate di box auto privato mentre tutti i parcheggi per gli appartamenti e pubblici di standards saranno collocati sempre all’interno dell’area, sul lato destro della nuova strada che verrà realizzata sul prolungamento di Viale Venezia.

Quindi a Camposampiero, nelle immediate vicinanze del centro, tra i resti di una vecchia villa all’interno di un parco che sembra inviolato da decenni potrebbe nascere un quartiere non solo diverso per i suoi valori tipologici ed intrinsechi, ma come esempio di buona architettura finalizzata al piacere del vivere bene e alla valorizzazione del territorio.